Pavimento drenante - che fa bene all’ambiente

Pavimento drenante carrabile da Lux Pav® 

Che cos'è?

Pavimento drenante da Lux Pav  è un particolare calcestruzzo drenante a elevate prestazioni, appositamente studiato per il settore delle pavimentazioni permeabili.
cemento drenante da Lux Pav può essere impiegato in configurazione monostrato (in colorazione naturale o pigmentato), oppure rivestito da uno strato di usura in conglomerato bituminoso drenante, a costituire pavimentazioni doppio-drenanti/fonoassorbenti

Dove installare?​

  • Pavimentazioni stradali drenanti

  • Piste ciclo-pedonali

  • Strade secondarie e d’accesso

  • Aree ad utenza promiscua e “zone 30”

  • Viali e strade in zone sottoposte a tutela ambientale

  • Percorsi per impianti sportivi e campi da golf

  • Piazzali di sosta

  • Piazzali industriali

  • Sistemi idraulici e vasche di laminazione

Calcestruzzo drenante

Il calcestruzzo drenante è un conglomerato cementizio i cui componenti sono proporzionati in modo tale da creare all’interno dell’impasto indurito un sistema di spazi vuoti, tra loro interconnessi, in grado di garantire il passaggio dell’acqua. L’ utilizzo di un calcestruzzo drenante può rappresentare la soluzione più efficace, ogni qualvolta si voglia controllare l’effetto del ruscellamento dell’acqua sulle strade, evitare ristagni d’acqua, ridurre l’effetto delle isole di calore nei centri urbani o anche solo creare una superficie con una migliore insonorizzazione.

Pavimento drenante per esterno

Getto e consolidamento

Il pavimento drenante per esterno, a causa della mancanza di materiali fini nella miscela e della scarsa lavorabilità, non può essere pompato; pertanto, prima di procedere alla posa è importante assicurarsi che vi sia la possibilità di accedere al cantiere con i mezzi adatti per poterlo scaricare opportunamente. Le autobetoniere adibite al trasporto del calcestruzzo drenante non dovrebbero superare un carico di 6 metri cubi. La necessità di non caricare completamente la botte deriva dal fatto che il calcestruzzo è più asciutto e può richiedere un tempo di scarico più lungo, ma anche perché la miscelazione di una massa elevata di calcestruzzo drenante richiede uno sforzo eccessivo al motore della betoniera.

 

Una miscela di calcestruzzo drenante dovrebbe essere completamente scaricata entro un’ora dall’inizio della miscelazione. È fondamentale per la buona riuscita di una stesa di drenante che il sottofondo sia privo di irregolarità, di disallineamenti e avvallamenti in modo da non influenzare la planarità della pavimentazione. Il consolidamento del calcestruzzo drenante deve avvenire tramite rullatura, preferibilmente con vibrofinitrici e “roller screed”. Il carico di compattazione deve provenire solo dal peso del rullo in quanto una eccessiva pressione potrebbe provocare il collasso dei vuoti e ridurre la capacità drenante.

 

Tuttavia, una compattazione insufficiente potrebbe rendere la pavimentazione meno durevole e soggetta a delaminazioni. Si consiglia di completare le operazioni di stesa entro i 15 minuti dal momento dello scarico del calcestruzzo, per evitare quanto più possibile problemi di consolidamento legati al rapido indurimento e all’evaporazione superficiale dell’acqua

Posa in opera

   Il calcestruzzo drenante può essere posato su uno strato di sottofondo esistente se costituito da materiale incoerente come sabbia e ghiaia. In questo caso il sottofondo dovrebbe venire preventivamente compattato in modo da creare una superficie stabile e uniforme. Nel caso di sottofondo argilloso o siltoso (bassa permeabilità), la soluzione più idonea è di scarificare la superficie per migliorare l’infiltrazione, disporre uno strato di tessuto non tessuto e successivamente uno strato di materiale sciolto il cui spessore varierà in funzione della capacità idraulica richiesta alla pavimentazione.

   Sistemi opzionali di drenaggio potrebbero essere richiesti dal progettista se le condizioni idrologiche del luogo fossero tali da non permettere alla pavimentazione un adeguato allontanamento delle acque. Nei casi in cui il sottofondo presenta delle caratteristiche di scarsa permeabilità, si può scegliere di ricoprire la superficie del sottofondo con una membrana impermeabile e disporre, all’interno dello strato di materiale sciolto, un sistema di canali per la raccolta e il convogliamento delle acque verso l’esterno della pavimentazione. Una volta installato il sistema di convogliamento acque e terminato lo strato drenante di sottofondo, si potrà procedere con la posa del calcestruzzo drenante. Lo strato di aggregato sciolto dovrà essere sempre accuratamente bagnato prima del posizionamento del calcestruzzo, per evitare che il materiale asciutto sottragga acqua al calcestruzzo fresco e lo preservi da una presa e da una asciugatura eccessivamente rapida.

 

   Lo spessore del calcestruzzo drenante, quando utilizzato per pavimentazioni, è in genere compreso tra 15 - 20 cm. Gli spessori più bassi si utilizzano per aree di parcheggio e aumentano progressivamente in relazione al traffico. L’utilizzo del calcestruzzo drenante per marciapiedi o piste ciclabili non richiede invece uno spessore minimo.

Trattamento con resina

Pavimento in resina la mattina seguente, si applicano due strati di resina diluita, lo strato protettivo penetra nello spessore del trattamento fino alla superficie di contatto, aumentando cosi le caratteristiche meccaniche di mantenimento e di durata.

МЕНЮ

Indirizzo

Social

Lux Pav s.r.l.

Sede legale:

Via Torino 2, 20123 Milano

e-mail: info@luxpav.com

Tel. 3518935035

  • Черный LinkedIn Иконка
  • Черный Instagram Иконка
  • Черный Facebook Иконка

2020